Tamarine Marmellata 260 g per Stitichezza 021528157
    Tamarine Marmellata 260 g per Stitichezza 021528157

    Acquistando questo prodotto riceverai 1 punto. Ricorda che 1 punto = 0,50 €.

    16,05 €
    Tasse incluse

    Tamarine Marmellata 260 g per Stitichezza

     Tamarine marmellata è un farmaco lassativo , utile per il trattamento della stitichezza occasionale.

    LogoSancoInternet.jpg

    Questo prodotto è un farmaco per la stitichezza occasionale, che favorisce l'evacuazione delle feci e il ripristino del normale transito intestinale.  

    Indicazioni terapeutiche

    Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale.

    Principi attivi

    Per 100 g di prodotto:

    • Cassia Angustifolia (estratto secco 1:5) g 8;
    • Cassia fistula (estratto secco 1:4) g 0,39. 

    Eccipienti

    • tamarindus indica estratto molle,
    • coriandrum sativum polvere,
    • glycyrrhiza glabra estratto secco,
    • paraossibenzoato di metile sodico,
    • potassio sorbato,
    • frutta,
    • zucchero,
    • acqua. 

    Controindicazioni

    • Diabete.
    • Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
    • I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione.
    • Controindicato nei bambini di età inferiore a 10 anni.
    • Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.

    Posologia di Pfizer Tamarine Marmellata 260 g per Stitichezza 

    • La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli.
    • È consigliabile usare inizialmente le dosi minime.
    • Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella indicata.
    • Assumere preferibilmente la sera.
    • Adulti: 1 cucchiaino da caffè.
    • Bambini sopra i 10 anni: ¼ di cucchiaino da caffè.
    • I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni.
    • L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso.
    • Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante).
    • Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale.

    Gravidanza e allattamento

    Non esistono studi adeguati e ben controllati sull’uso del medicinale in gravidanza o nell’allattamento. Pertanto, poiché i lassativi antrachinonici possono essere escreti nel latte materno, le madri che allattano devono evitare l’assunzione di Tamarine.

    Conservazione

    Conservare a temperatura non superiore a 25° C. Tenere il contenitore ben chiuso.

    Avvertenze

    • Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali.
    • Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi.
    • L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale).
    • Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia.
    • Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti.
    • È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale.

    Interazioni

    • I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale.
    • Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo.
    • Il latte o gli antiacidi possono modificare l’effetto del medicinale; lasciare trascorrere un intervallo di almeno un ora prima di prendere il lassativo.

    Effetti indesiderati

    Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. Con l’uso del prodotto, le urine talvolta si colorano leggermente in giallo-bruno o rosso. Tale colorazione è semplicemente dovuta alla presenza nelle urine di componenti della senna e non è clinicamente significativa.

    Sovradosaggio

    Dosi eccessive possono causare dolori addominali e diarrea; le conseguenti perdite di liquidi ed elettroliti devono essere rimpiazzate con l’assunzione di liquidi. Trattamento: sospensione del farmaco. Vedere inoltre quanto riportato nel paragrafo "Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso" circa l’abuso di lassativi.

    Formato

    Vasetto da 260 g.

    5 altri prodotti della stessa categoria: